Koinè raddoppia: nasce Koinè Digital Preview

by Koine Magazine

In seguito ad un'attenta analisi dello scenario e delle dinamiche interne ed esterne al settore condivisa in filo diretto con il mercato e i principali operatori internazionali della filiera religiosa, Italian Exhibition Group rimodula l'edizione 2020 di Koinè . XIX International Exhibition of Sacred Arts. Le occasioni di incontro per il settore raddoppiano: nasce Koinè Digital Preview il 26 e 27 ottobre, che anticipa l'evento in fiera nel quartiere IEG di Vicenza dal 7 al 9 marzo 2021.Un'offerta che prevede la nascita di un ciclo di appuntamenti tematici creati ad-hoc per portare online i temi dell´edizione 2020 dell'evento fieristico e congressuale che dal 1989 rappresenta la manifestazione più prestigiosa e innovativa nel panorama internazionale per gli operatori del culto. Una variazione condivisa con il mercato, che...

Giovedì, 01 Ottobre 2020

La bellezza narrata tra reale e virtuale

Giovedì, 01 Ottobre 2020

Architettura sacra. Spazio di comunione

La valorizzazione del patrimonio ecclesiastico

by Angelomaria Alessio

Il problema della dismissione dei luoghi di culto cattolici non è una questione di questi ultimi anni. Già nel 1987 la Pontificia Commissione Centrale per l’Arte Sacra in Italia (1924-1988) pubblicava la “Carta sulla destinazione d’uso degli antichi edifici ecclesiastici”. Il documento, presentato in occasione di un convegno, metteva a fuoco soprattutto la situazione italiana e il patrimonio immobiliare oggetto delle requisizioni di fine Ottocento a seguito dell’Unità, in gran parte non più di proprietà ecclesiastica e proponeva delle linee guida tenendo conto delle più aggiornate direttive internazionali in materia di restauro architettonico.Nel 2018, a trent’anni di distanza, la Santa Sede è tornata a puntare l’attenzione sul fenomeno in una situazione generale in cui i problemi che nel 1987 si affacciavano appena hanno acquisito...


Mostra: La luce dello Spirito Santo

by Angelomaria Alessio

Le incredibili esperienze di March Chagall nella cappella di Notre-Dame-de-Toute-Grâce e di Henry Matisse nella cappella del Rosario nel convento domenicano di Vence, nell’entroterra di Nizza, hanno aperto nuove possibilità espressive alla vetrata, che per secoli era stata relegata tra le arti minori, dando il via all’utilizzo di un linguaggio contemporaneo tout court, alla stregua di quanto stava accadendo in pittura e scultura. È a partire da quel momento che la vetrata si rivela un’arte in sintonia con il sentire dell’uomo contemporaneo e con un proprio valore all’interno dello spazio architettonico e liturgico. Le vetrate per le chiese, infatti, sono elementi al contempo materiali ed immateriali: strumento d’illuminazione e di decoro dello spazio celebrativo, favoriscono il rivolgersi ai cammini spirituali e teologici della luce entrando in dialogo con...

Giovedì, 07 Maggio 2020

Luoghi di culto e sanificazioni

Lunedì, 04 Maggio 2020

Maggio: tre volti di Maria cari a Papa Francesco

Lunedì, 06 Aprile 2020

Il Tempo Pasquale

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×