Provocazione a costruire scialuppe anziché torri di pietra e a inventare una teologia della città?

by Koine Magazine

Molte chiese continuano ad essere chiuse e la loro dismissione è “un problema scottante per la società di oggi”. Spesso la chiusura di una chiesa “suscita forti reazioni anche in coloro che non partecipano alla vita ecclesiale” e molti la sperimentano “come un momento di sconfitta sociale piuttosto che come un’emancipazione, come avveniva nel passato”. Esordisce così il sociologo Luca Diotallevi (Università di Roma Tre), intervenendo al convegno che si è tenuto presso la Pontificia Università Gregoriana sul tema “Dio non abita più qui? Dismissione di luoghi di culto e gestione integrata dei beni culturali ecclesiastici”. Diotallevi invita a leggere i segni dei tempi, perché solo così si potrà andare oltre un approccio statistico, e a considerare le esigenze della vita nella società e degli spazi fisici nelle città. Ogni evento di dismissione ha le sue...

Il progetto della Chiesa Matrice Di Pegognaga (Mantova), S. Lorenzo Diacono e Martire

by Koine Magazine

Il progetto della chiesa matrice di Pegognaga (Mantova), S. Lorenzo Diacono e Martire, sfrutta l’idea di palinsesto architettonico per ricavare l’impianto di aula liturgica e centro parrocchiale, recuperando tracciati e volumi della chiesa originale. Il complesso appare nel contesto come un muro di cinta da cui emerge l’aula, che reinterpreta il tetto a capanna. L’accesso avviene dal nuovo sagrato, centrale arrivando da Piazza Giacomo Matteotti, con la facciata concava ad accogliere i fedeli. Un altro ingresso si apre sulla corte interna a giardino che collega oratorio, spazi per catechesi, locali accessori e chiesa. L’aula liturgica è un ambiente di 500 m² senza elementi strutturali interni, delimitato da una fascia muraria. Il perimetro è formato da pilastri in c.a. di sezione 25×60 cm, che salgono dallo zoccolo alla linea di gronda. La copertura è realizzata con...


Restauro tessile: i Paliotti D’altare della Chiesa di San Salvatore al Lauro

by Koine Magazine

I due Paliotti d’Altare sono parte di un imponente apparato liturgico commissionato da Pio IX nel dicembre del 1862 per la Chiesa di San Salvatore al Lauro composto anche dalla Pianeta Papale dai Piviali Solenni, dalle Dalmatiche e dal Conopeo. Realizzato in fil doré su tela in lamina d’oro di San Leucio dalle sapienti mani delle Monache aggregate alla Fondazione del Beato Giuseppe Marchisio, è straordinario per unicità del disegno e finezza del ricamo. Il trascorrere degli anni e la non sempre felice perizia nella conservazione hanno portato questo tesoro di arte e pietà a ridursi in uno stato tale da rendere impossibile un recupero solo attraverso un intervento di restauro dell’ornato. Per ridare vita e dignità liturgica ai preziosi brandelli altrimenti destinati ad un uso esclusivamente tecale, sono state prescelte le ricamatrici del Monastero delle Benedettine del...

Giovedì, 29 Novembre 2018

Messale, ecco la nuova edizione


Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×