La cappella della memoria nella chiesa di Santa Maria del Suffragio il L'Aquila

by Angelomaria Alessio

L’idea di realizzare la cappella della memoria nasce all’indomani del terremoto del 6 aprile 2009: a causa del crollo in diretta televisiva della cupola, la chiesa di Santa Maria del suffragio - nata a perenne memoria delle vittime del sisma del 1703 - è divenuta nuovamente emblema della città sventrata dalle forze della natura. Ma, come tre secoli fa, la Chiesa è divenuta subito anche simbolo della volontà di rinascere, e sfida la ricostruzione materiale e immateriale della città. In attesa di compiere-assieme al governo francese-la complessa opera di restauro, si decise di ricavare all’interno del complesso monumentale del suffragio una cappella che fosse, al tempo stesso, indipendente eppure collegata con la Chiesa, e costituisse un luogo di ricordo di comunione spirituale. Il progetto per la realizzazione della cappella prende il via dalla volontà di recuperare...

Martedì, 19 Maggio 2020

Il turismo religioso al tempo del COVID-19

Gli oggetti per la devozione mariana

by Angelomaria Alessio

Passando in rassegna la grande varietà di oggetti per la fede e la devozione dei fedeli, nella Chiesa cattolica, nella Chiesa ortodossa ed anche in altre religioni, non può passare inosservato il fatto che la gran parte di essi siano riferiti alla Vergine Maria. Il culto mariano ha radici antichissime, fin dai primi secoli della Chiesa, e nel corso dei millenni di storia cristiana, è probabilmente l’espressione che ha subito minore inflazione nel corso degli anni. Ancora oggi, nel nostro mondo post cristiano, in cui agli atteggiamenti di ostracismo alla fede, tipici del corso dei secoli, si è pian piano sostituito un atteggiamento di indifferenza passiva, non è raro rinvenire anche nelle case di chi si proclama non credente, oggetti riferentesi a Maria. Innumerevoli sono gli oggetti devozionali a Lei legati: in primis il rosario, seguito dalle immagini che, in ogni continente...


L'abbazia cistercense di San Jen Jean De Matha

by Koine Magazine

La nuovissima Abbazia cistercense di Saint-Jean-de-Matha in Canada, è stata progettata per esprimere l'armonia e la semplicità che governano la vita quotidiana dei monaci cistercensi. Sette incontri di preghiera quotidiane ne scandiscono la vita. Secondo il loro stile di vita, i diversi spazi dell'abbazia sembrano progressivamente girare attorno al chiostro e culminare verso la chiesa, il punto focale del progetto. Nel cuore dell'edificio, il chiostro conserva una parte della foresta e consente all'abbazia di avere un assaggio delle stagioni che passano. Il disegno circolare è attraversato su un asse est-ovest da un corridoio che separa le aree monastiche di clausura dagli spazi pubblici. Sul lato nord si trovano la biblioteca, la chiesa e le abitazioni mentre nella parte meridionale prende vita il complesso monastico e il chiostro attorno al quale sono collocate tutte le funzioni...

Lunedì, 11 Maggio 2020

Artigianato Artistico Mariano


Giovedì, 07 Maggio 2020

Luoghi di culto e sanificazioni

Lunedì, 04 Maggio 2020

Maggio: tre volti di Maria cari a Papa Francesco

Lunedì, 06 Aprile 2020

Il Tempo Pasquale

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×