DIO NON ABITA PIÙ QUI.

Dismissione e riuso di chiese. Lo status quaestionis nella Chiesa italiana.

Edilizia di Culto



Il problema della dismissione dei luoghi di culto cattolici non è una questione di questi ultimi anni.

Già nel 1987 la Pontificia Commissione Centrale per l’Arte Sacra in Italia (1924-1988) pubblicava la “Carta sulla destinazione d’uso degli antichi edifici ecclesiastici”. Il documento, presentato in occasione di un convegno, metteva a fuoco soprattutto la situazione italiana e il patrimonio immobiliare oggetto delle requisizioni di fine Ottocento a seguito dell’Unità, in gran parte non più di proprietà ecclesiastica e proponeva delle linee guida tenendo conto delle più aggiornate direttive internazionali in materia di restauro architettonico.

Nel 2018, a trent’anni di distanza, la Santa Sede è tornata a puntare l’attenzione sul fenomeno in una situazione generale in cui i problemi che allora si affacciavano appena oggi hanno acquistato proporzioni più ampie. Partendo da questo retroterra il convegno, promosso dal Pontificio Consiglio della Cultura (Dipartimento per i Beni culturali), dall’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Conferenza Episcopale Italiane e dalla Pontificia Università Gregoriana – Dipartimento dei Beni Culturali della Chiesa, ha inteso affrontare l’argomento sotto un profilo complessivo che non trascuri l’approccio pastorale, affrontando il tema a livello mondiale.

Nel 2020, a due anni dal Convegno e dalla pubblicazione delle “Linee Guida sulla dismissione e riuso del patrimonio da parte del Pontificio Consiglio della Cultura”, venuto il momento di pubblicare gli Atti, si è pensato di fare un focus specifico sullo stato della questione nella Chiesa Italiana, con una Giornata di Studio, che avrà luogo martedì 28 aprile 2020 a Vicenza

Tre le sessioni della giornata: a partire dalla presentazione degli Atti del Convegno romano del 2018 a cura del prof. Giovanni Carbonara dell’Università La Sapienza di Roma, seguiranno delle esperienze di studio preliminare alla pianificazione e alla valorizzazione del patrimonio di interesse religioso, coordinate dal prof. Andrea Longhi del Politecnico di Torino, per giungere all’analisi di due casi italiani, il riuso dell’ex convento dei salesiani a Faenza ed il servizio di cohousing a cura della Fondazione Casa e dell’Arcidiocesi di Lucca.

La Giornata di Studio sarà impreziosita da una mostra di casi studi ed esempi di progetti a livello mondiale.

Tutti i dettagli nel programma dell’Evento

Share this article:
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×